Olanda del 2016 tra tulipani e canali

Il Consolato dei Paesi Bassi di Milano ha ospitato la presentazione delle novità turistiche 2016 dell’Olanda. Ad aprire l’evento il Console Generale David de Waal, che ha spiegato: “L’Italia è sempre un mercato turistico importante dato che i turisti italiani hanno fatto registrare una crescita del +7% nel corso del 2015. È oggi il quinto nel mondo, quindi sempre fondamentale per l’Olanda”. E quello che è noto come il “Paese dei tulipani”, per il 2016 punta innanzitutto su un parco floreale, quello di Keukenhof. È qui che il 24 marzo si riaprono al pubblico, per la sessantasettesima edizione, le porte della più grande esposizione di fiori da bulbo al mondo. Ma tutto l’anno il parco, con le sue meraviglie, apporta un contributo significativo al turismo dei Paesi Bassi. Dal primo anno della sua apertura, il Keukenhof ha visto infatti circa 50 milioni di persone attraversare i suoi cancelli. Visitatori per il 75% esteri, con provenienza prevalentemente dalla Germania, Stati Uniti, Francia, Regno Unito e Cina. E anche quest’anno si punta a superare il milione di visitatori grazie al tema del “Secolo d’oro”, un omaggio al periodo storico durante il quale i Paesi Bassi fiorirono nei settori del commercio, della scienza e dell’arte. Leiden e Delft sono invece le città olandesi che l’Ente intende promuovere per l’anno appena iniziato. La prima, città dei canali, seconda solo ad Amsterdam per numero, e della cultura, conta ben 13 musei e più di 3.000 monumenti. La seconda è invece la città della ceramica blu, famosa in tutto il mondo. Ogni anno a Delft arrivano 3 milioni di visitatori e di questi 200mila sono italiani.
EM

Articoli Correlati