Kuda, nuovo progetto di turismo

Inizia con due grandi novità il nuovo corso di Kuda Tour Operator: dopo avere lavorato per quasi tre anni per mettere a punto il progetto di questo nuovo operatore, ecco che finalmente viene presentata a Roma la nuova identità di un progetto turistico davvero interessante. Alla presentazione erano presenti i tre importanti professionisti del settore che hanno unito le forze e le esperienze per questa sfida: Giancarlo Brunamonti, responsabile prodotto Africa-Sud America, Livia Nardone, responsabile comunicazione, e Roberto di Giorgio, responsabile prodotto Sud Est asiatico e Cina. “La nostra idea e la nostra forza – spiega Brunamonti – sono e saranno quelle di programmare viaggi che siano fonte di conoscenza, combinando ai circuiti classici e alle visite d’obbligo una serie di plus, di dettagli che fanno la differenza come i corsi di cucina locale in Giordania, con degustazioni di vini, o il pranzo presso una famiglia cingalese in Sri Lanka, il bivacco sotto le tende con visita ad un villaggio fortificato Ksir in Marocco, o ancora corsi di danza locale a Kendi o un incontro con i monaci. La stessa scelta delle sistemazioni non è casuale in quanto Kuda Tour Operator ha selezionato prevalentemente boutique hotel o comunque strutture dimensionate ma sempre di ottima qualità ricettiva. Portiamo alla scoperta di un mondo che sia innanzitutto raccontato dai luoghi e dalle persone che li abitano e che incontrano i viaggiatori stranieri, senza rinunciare alle classiche tappe previste per ogni Paese. Inoltre, tutte le nostre destinazioni hanno contenuti culturali e naturalistici abbinati a proposte originali per veri viaggiatori, con un rapporto qualità-prezzo molto competitivo”. Ad oggi Kuda lavora con circa 400 agenzie di viaggi, prevalentemente fuori dai confini laziali, ma a breve sarà finalizzato un importante accordo con il network Bluvacanze per implementare la rete di vendita attraverso la fidelizzazione del trade. Serve a questo la nuova formula inventata e battezzata Kuda Tribe: si tratta di una vera community social che permette agli agenti che si iscrivono di accedere da subito ad un canale privilegiato nel quale nata si ottengono delle commissioni più alte, una corsia preferenziale per il booking, esclusività territoriale e migliori servizi per i clienti finali. E il punto di forza della tribù di Kuda è proprio il regime di commissioni progressive: si parte dal 12% alla prima prenotazione, per passare al 13% per almeno 3 prenotazioni fino al 15% dalla sesta prenotazione in poi.

Articoli Correlati