Israele a Rimini, tra presente e futuro

L’Ufficio Nazionale di Israele per il Turismo conferma per il 30° anno consecutivo la partecipazione alla fiera di Rimini. Presso lo stand di Israele inoltre saranno presenti ben 12 partner dell’industria turistica israeliana: operatori incoming, società di rappresentanza turistica, compagnie alberghiere e la compagnia aerea di bandiera EL AL. “Il TTG rappresenta un momento fondamentale dell’anno per fare il punto sull’andamento della destinazione insieme a tutti gli operatori del settore. Quest’anno siamo particolarmente felici di partecipare con una così numerosa delegazione di rappresentanti dell’industria turistica israeliana, un segnale positivo che conferma l’importanza del mercato italiano. L’Italia è infatti uno dei mercati chiave e tra i primi per crescita di arrivi sul quale il Ministero continua a puntare investendo”, ha spiegato Avital Kotzer Adari, Direttrice dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo. Le ultime statistiche rilasciate dal Ministero del Turismo di Israele confermano il trend di crescita degli arrivi in Israele, sia internazionali che italiani. Tra gennaio e agosto 2018 sono stati infatti registrati 2.633.000 arrivi globali (+16% rispetto allo stesso periodo del 2017) di cui 91.000 dall’Italia (+39% rispetto all’anno precedente). Grazie soprattutto agli 86 voli diretti settimanali dal nord e dal centro Italia, l’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo auspica di chiudere il 2018 con un trend in crescita e assolutamente positivo. La promozione in Italia diretta al turismo generalista e leisure si focalizzerà anche per il prossimo anno su due tematiche principali: Two Sunny Cities, One Break, la campagna attraverso la quale si invitano i visitatori a scoprire le città di Tel Aviv e Gerusalemme in un unico, emozionante viaggio, e il deserto del Negev con Eilat, luogo di interesse naturalistico e storico che grazie ai voli diretti lanciati lo scorso anno è sempre più accessibile dall’Italia. Alquanto intensificata è poi risultata la collaborazione con gli operatori del settore, essendo l’ente durante il 2018 entrato in contatto con oltre 2.000 agenti di viaggio durante seminari, eventi di formazione e collaborazione nelle convention nazionali di due tra i più importanti network di agenzie italiane.

Articoli Correlati