Geo Travel Network parte col vento in poppa

Ottimismo e voglia di rilanciare l’estate con agli agenti viaggio, per puntare alla “missione compiuta” come il famoso agente 007 James Bond. Dalla fine del 2013 Bravo Net e HPVacanze sono diventati Geo Travel Network e alla 1ª convention ufficiale, tenutasi dal 25 al 27 aprile al Valtur Garden di San Vincenzo, si sono superate le mille presenze. Entusiasmo e voglia di ripartire si sono avvertiti già dal titolo dato al meeting, ovvero “Mai dire mai”, una dedica appunto al mitico James Bond, un agente molto speciale dal quale prendere spunto e valori per il successo, come ha anche spiegato bene uno degli ospiti, il formatore Franco Cordero, che ha dato preziosi consigli per il marketing e le strategie agli agenti. L’amministratore delegato Luca Caraffini ha aperto la kermesse presentando il nuovo marchio, un segno dell’infinito dal colore blu che richiama il mondo e i cerchi olimpici: il colore scelto è il Royal Blue, ottenuto dal mix di colori dei loghi dei due soci, Alpitour e Costa Crociere. Poi si è passati a elencare i dati turistici dell’anno precedente e i segnali positivi del 2014. Motore della ripresa sono le crociere con un +20% dall’inizio dell’anno in volumi e 19% in passeggeri. I villaggi crescono del 14% con forte spinta su Mediterraneo e lungo raggio. Voli di linea a +30%, BPS in crescita con il volato a +7%. Ecco poi alcune novità e dispiegamento di forze: innanzitutto è stato presentato il nuovo catalogo estate 2014 di 80 pagine con ben 116 strutture, 32 in Italia e 16 tour operator coinvolti. C’è poi il volantone delle offerte e lo “Speciale” di Alpitour e Costa. Gli agenti Geo Travel possono investire nell’acquisto di un nuovo moderno monitor a 42 pollici, pensato apposta per svecchiare e tenere sempre aggiornate le vetrine (che è possibile ripagare in 4 anni). Tra le novità gli agenti affiliati al network riceveranno il nuovo kit sposi e chi ne farà richiesta avrà diritto all’attivazione di promozioni studiate con operatori come Alpitour World, Costa Crociere, I Grandi Viaggi. «Continueremo a offrire tutti gli strumenti e i servizi necessari alle nostre adv – ha detto Caraffini – perché siano sempre preparate e competitive in un settore che muta in continuazione. Basta ricordare che lottiamo contro un 41% di utenti che acquistano prodotti turistici on line. Puntiamo alla formazione, che è da sempre obiettivo primario perché vogliamo che i nostri 1.600 punti vendita siano sempre più all’altezza del cliente e delle sue esigenze». Fa eco Dante Colitta, direttore commerciale: «avere un unico brand era necessario per aumentare la visibilità, renderci identificabili come gruppo coeso e trasmettere maggiore forza verso i clienti, grazie a una comunicazione coordinata su siti web, social network e materiali di marketing».

Articoli Correlati