Gattinoni Mondo di Vacanze: “2018 primo di molti anni positivi”

Oltre 400 agenzie e 60 partner fornitori i partecipanti alla convention Gattinoni Mondo di Vacanze che quest’anno si è tenuta all’Ethra Reserve di Castellaneta Marina in provincia di Taranto. Il titolo dell’evento, decisamente esplicativo: “On Air: amplifichiamo il nostro valore” a sottolineare il potere delle agenzie, il ruolo attivo di consulenti di viaggi ogni giorno sul campo per gestire le richieste dei clienti, il supporto del network e la collaborazione con i partner. È un entusiasta presidente, Franco Gattinoni a fare da cassa di risonanza a tutto il team – dal direttore generale Sergio Testi ad Antonella Ferrari, direttore rete agenzie partner, da Sabrina Nadaletti, direttore turismo a Eros Candilotti, direttore commerciale business travel fino al direttore marketing e comunicazione, Isabella Maggi – e a portare avanti il tema del week end: il leit motiv della due giorni pugliese Ë infatti la radio, un media che avvicina, racconta e amplifica il messaggio facendolo arrivare in ogni singola agenzia di viaggio di un network storico che, arrivato a festeggiare il suo 35esimo compleanno, ne conta oggi 870. Gattinoni Mondo di vacanze, che ha chiuso il 2017 con un fatturato di 205 milioni di euro, lancia un messaggio di brand identity forte e chiaro. E lo fa proprio attraverso la nascita della sua “emittente”, Radio Gattinoni InStore, che dal 4 giugno Ë diventato un servizio digitale di informazioni, notiziari, rubriche, premi fedeltà e, naturalmente, musica che si amplifica dentro ogni singolo punto vendita, con un cassa audio distribuita a tutte le adv connessa a un vero e proprio palinsesto 24 ore su 24 e targato Gattinoni. Una colonna sonora tesa a creare relazioni sempre più strette e forti con gli affiliati e a ribadire il lavoro sempre più dinamico dell’agente. Massimo Valli, oggi storica voce di Radio Montecarlo – ma chi è nato negli anni Settanta non può averlo dimenticato a Radio Milano International, ndr – e presentatore della convention ha proposto perfino una sua trasmissione: “Per mare, per monti e per Valli”. Il presidente Gattinoni durante la due giorni di full immersion, tra workshop e plenaria, dopo aver dissipato ogni dubbio (se qualcuno ancora ne aveva) sulla possibile vendita “Siamo consapevoli che l’unica realtà indipendente nel mercato possa creare curiosità, ma qualsiasi voce di interessi esterni è infondata”, ha annunciato le priorità per il futuro del network: “Siamo una realtà solida economicamente, finanziariamente e indipendente che occupa un ruolo di rilievo tra i leader del mercato turistico, come network e come Gruppo. Abbiamo investito insieme alle agenzie del network, in anni complessi. Gattinoni Mondo di Vacanze incrementa del 24% rispetto allo scorso anno. Abbiamo le carte in regola per continuare a crescere come network e come singoli imprenditori”. Il network porta inoltre avanti la sua battaglia nell’evoluzione dell’adv dove occorre attrarre soprattutto coloro che “Per abitudine, credenza o convinzione non si presentano al bancone dell’agente”, conferma ancora Franco Gattinoni. Ma in che modo? Con la tecnologia naturalmente (nuove piattaforme messe a disposizione da Gattinoni) mirando al target più giovane, con rafforzamento del brand e la trasformazione degli agenti di viaggio in veri e propri ‘digital concierge’ con un’assistenza al cliente di 360 gradi, prima, durante e dopo il viaggio: insomma, le parole d’ordine sono assecondare, anticipare e fidelizzare il cliente con una maggiore qualità dei servizi erogati. Anche il direttore generale, Sergio Testi insiste sulla ‘nuova figura dell’agente: “Stiamo portando avanti un percorso sul territorio di valorizzazione del brand e continueremo a costruire la figura di un agente che sia sempre più consulente attivo, capace di interagire attivamente tra online e offline per coccolare il cliente in tutte le fasi del viaggio”. L’ultima parola spetta di nuovo al presidente che si dice convinto della sfida lanciata ai suoi partner: “I risultati sono arrivati già nel 2017, ma il 2018 sarà il primo di molti anni ancora più positivi”.

Articoli Correlati