Francesco Tapinassi, nuovo direttore scientifico BTO

Aria di novità per BTO, l’appuntamento di riferimento in Italia su turismo, formazione e innovazione che nell’ultima edizione ha festeggiato il traguardo dei 10 anni, crescendo ed evolvendosi ad ogni edizione ma conservando la sua forte identità capace di unire l’alto valore scientifico ad un format creativo molto amato dal proprio pubblico. BTO11 è pronto a ripartire. Si terrà il 20 e 21 marzo 2019 alla Stazione Leopolda di Firenze, luogo che ospitò la sua nascita e le primissime edizioni. BTO torna così alle origini per due giornate e un palinsesto ricchi di incontri, dibattiti e seminari. Arriveranno nel capoluogo toscano numerosi ospiti e relatori provenienti dal mondo del “travel online” invitati dal comitato scientifico guidato dal nuovo direttore, Francesco Tapinassi, che succede a Giancarlo Carniani. Consulente e docente di marketing del turismo, dal 2014 dirigente del MiBACT, Tapinassi arriva con l’obiettivo di guardare al futuro e individuare la “customer centricity” come prima leva di sviluppo, decisiva in tutte le fasi della programmazione. Grande attenzione, quindi, al coinvolgimento del pubblico sia nella scelta dei principali argomenti da trattare, sia attraverso l’attenta misurazione della soddisfazione degli ospiti durante BTO11. BTO11 è un momento di confronto, di condivisione e di analisi, un evento che conferma il desiderio di studiare da vicino i cambiamenti in atto nel turismo online, di fotografare e capire le nuove tendenze del mercato e approfondire la conoscenza delle soluzioni più avanzate e di successo. “Conosco BTO dalla prima edizione, sono stato un partecipante, uno speaker e ho collaborato con il comitato scientifico in diverse edizioni. Per chi, come me, si è sempre interessato al cambiamento e all’innovazione, BTO è un appuntamento imperdibile che riesce a far incontrare, in due giornate, tanti ospiti che raccontano le loro esperienze davanti a una platea sempre attenta ed esigente. Assumere l’incarico di direttore scientifico di BTO11, significa poter mettere a disposizione la passione e le competenze che ho maturato nella mia professione. Ho proposto di costruire un evento collettivo, con la massima apertura a tutti coloro che hanno idee per costruire una programma sempre più vicino alle esigenze degli operatori e che possa rappresentare il presente e il futuro del digital tourism per il nostro paese”, ha raccontato lo stesso Tapinassi.

Articoli Correlati