ASTOI, tanti italiani in vacanza a Pasqua

Periodicamente l’Osservatorio ASTOI Confindustria Viaggi, l’associazione che rappresenta oltre il 90% del mercato del tour operating italiano, fornisce le rilevazioni sui comportamenti e le tendenze dei consumatori italiani nei confronti del turismo organizzatoCome si era verificato nel 2017, anche nel 2018 buona parte degli italiani non rinuncia a sfruttare i giorni festivi in concomitanza di Pasqua, 25 Aprile e 1° maggio per concedersi una fuga rigenerante. I numeri sono positivi: mediamente le prenotazioni sono aumentate di circa il 10% rispetto allo scorso anno. Ci sono i previdenti, coloro che prenotano con grande anticipo per aggiudicarsi tariffe molto vantaggiose. I Tour Operator riuniti in ASTOI hanno programmato operazioni promozionali che offrono incentivi sulle prenotazioni effettuate mediamente 90 giorni prima della partenza (o 125 giorni prima nel caso delle crociere); la risposta del pubblico a questo tipo di promozioni è stata premiante, arrivando a rappresentare dal 15 al 70% del volume complessivo delle vendite dei pacchetti viaggio nel periodo Pasqua e Ponti. Ci sono poi gli ottimisti, che pur non essendo così lungimiranti come i “previdenti”, non si fanno fermare dal maltempo; nonostante la primavera tardi ad arrivare, anche le prenotazioni per i soggiorni in Italia e in Europa non hanno risentito di cali, anzi. Nessun fattore esterno ha influito nella fase decisionale last minute, ad esempio le recenti elezioni politiche. Un assoluto exploit è stato registrato dal Mar Rosso egiziano, che ha visto le prenotazioni aumentare di oltre il 100% rispetto alla scorsa Pasqua. I soggiorni settimanali sono programmati da diversi associati ASTOI e tutti hanno rilevato questa ripresa importante della domanda per una meta che ha sofferto molto negli ultimi anni, ma che è sempre stata amata dagli italiani per le sue caratteristiche: raggiungibile in sole tre ore e mezzo di volo, clima bello tutto l’anno, costi moderati. Il Presidente di ASTOI, Nardo Filippetti, ha spiegato: “Anche con l’arrivo della Pasqua si conferma la propensione degli italiani nei confronti della spesa dedicata ai viaggi e alle vacanze in Italia e all’estero. I dati raccolti attraverso il nostro Osservatorio ASTOI, che fornisce le rilevazioni sui comportamenti e le tendenze dei consumatori italiani nei confronti del turismo organizzato, registrano, infatti, un incremento delle prenotazioni per i ponti festivi, soprattutto per la Pasqua, pari al 10% rispetto allo scorso anno, rimarcando il ritrovato entusiasmo, nell’acquisto del viaggio e della vacanza organizzata”.

Articoli Correlati