Per Nicolaus è stata un’estate da ricordare

Un’estate da ricordare. Innanzitutto per il numero incredibile di turisti che ha scelto l’Italia come meta delle proprie vacanze. Lo ha recentissimamente certificato il Ministro del Turismo Dario Franceschini, sciorinando tutte le cifre del boom turistico italiano. Se ne sono poi accorti tutti gli addetti ai lavori, dando un’occhiata alle presenze in corso d’opera o anche solo lanciando uno sguardo allo stabilimento balneare nel quale stavano anche loro godendosi le meritate vacanze. E tra quelli che più possono festeggiare questa crescita continua del segmento “Mare Italia” ci sono sicuramente i manager di Nicolaus. Così, adesso che finalmente la stagione estiva volge al termine e che i villaggi turistici e gli alberghi sul mare stanno man mano chiudendo i loro cancelli, è possibile iniziare a fare una sorta di di consuntivo. Che estate ci lasciamo alle spalle dal punto di vista “industriale”? È stata veramente un estate da ricordare da tutti i punti di vista, non solo quello delle “semplici” presenze? Abbiamo pensato di chiederlo appunto proprio ai fratelli Roberto e Giuseppe Pagliara che di Nicolaus sono il corpo e l’anima, oltre che, rispettivamente, il presidente e l’amministratore delegato. «Sicuramente – ci spiega per primo Roberto Pagliara, presidente di Nicolaus -, a livello di disponibilità, Nicolaus è il tour operator che ha potuto contare sulla più ampia offerta di villaggi in Italia. Anche per questo posso quindi confermare che a livello di numeri chiudiamo un’altra estate da record, con un’ulteriore crescita del fatturato del 20% rispetto al 2016. E lo facciamo in primo luogo grazie ad un aumento dell’offerta importante. Sono infatti 30 i villaggi con “Formula Nicolaus”, dei quali ben 25 situati in Italia. Nel 2017 abbiamo aperto 7 nuovi villaggi, 6 in Italia e 1 a Minorca, e arricchito la formula Club con nuove iniziative. Abbiamo arricchito l’offerta della formula “villaggio+volo”, che è tipica dell’offerta dei villaggi internazionali, con nuove destinazioni e sempre più voli. Quest’estate abbiamo offerto circa 50.000 posti volo dal Nord Italia per le nostre location del Sud Italia, con un incremento del 20% in linea con l’incremento aziendale generale. Ma questi ingredienti della nostra ricetta da soli non bastano, per questo abbiamo aggiunto, come è da sempre nella nostra filosofia, un altro e più determinante ingrediente chiave, il nostro personale. Dall’area promozione al booking, alle equipe di villaggio – con i “Nicolaus Angels” pronti ad offrire il massimo dell’assistenza e per il nuovo anno -, l’azienda sta già lavorando per potenziare la nuova struttura manageriale». «Devo ammettere – fa eco Giuseppe Pagliara, amministratore delegato Nicolaus – che l’ultimo biennio è stato molto impegnativo per il nostro Gruppo: abbiamo portato a termine molte operazioni importanti. E altre novità sono allo studio, coerentemente con la nostra strategia, che prevede un sempre maggiore coinvolgimento nella gestione, il modello che consente di garantire il piů possibile una qualità eccellente. Il 2018 sarà per noi un anno di consolidamento del business, di crescita e di ricerca dell’efficienza, dopo la cavalcata degli ultimi anni. Un anno dedicato alla qualità e all’attenzione al cliente: vogliamo che l’indice di soddisfazione medio, che questa estate è stato del 90%, possa ancora migliorare grazie a nuovi servizi e ad una cura maniacale dei dettagli della cura del cliente. In fin dei conti la formula del nostro successo è semplice: ottime location, servizio superiore, cura e assistenza del cliente e voglia continua di migliorare». (continua a leggere su Trend 13/2017)

Articoli Correlati