La “grande bellezza” del turismo

Un edizione forse un po’ in tono minore, dopo i fasti degli ultimi anni, quella 2014 della Borsa Mediterranea del Turismo di Napoli. Ma si è trattato pur sempre di un evento molto importante per il trade e per gli operatori che come ogni anno hanno avuto la possibilità di confrontarsi e di parlarsi sulle questioni più attuali e sentite dell’industria turistica – italiana e non solo meridionale – proprio alla vigilia della partenza reale della stagione estiva. Stagione che per il momento vede gli operatori e gli agenti di tutta Italia doversi confrontare con alcune tematiche molto serie, come ad esempio il permanere dello sconsiglio in Egitto e in particolare sulla zona di Sharm El Sheikh. Ma poiché noi di Trend vogliamo sempre essere positivi, per la nuova edizione della nostra mitica Fotoinchiesta – realizzata proprio tra gli stand della BMT 2014 – abbiamo voluto proporre una domanda che parlasse di bello e di bellezza. Lo spunto è quello preso dal titolo del film, di un napoletano doc come Paolo Sorrentino, che ha riportato all’Italia dopo tanti anni di attesa il premio Oscar. E qual è quindi “La grande bellezza” del turismo è quello che abbiamo chiesto a rappresentanti di tour operator, enti del turismo, compagnie aeree e compagnie marittime. Ecco le loro risposte…

Sergio Testi, Amministratore Delegato Best Tours Italia: «La prima e più importante “grande bellezza” del turismo è per me in questo momento il primo segnale di ripresa del mercato che come noi anche altri operatori sentono. C’è per fortuna un ritorno delle persone a cercare le vacanze e in particolare quelle emozionali. Esigenza alla quale noi rispondiamo con le nostre tante proposte tailor made. Altra bellezza sono i segnali di ripresa anche per le vacanze di Pasqua. Tutto ciò insomma mi fa presagire un trend positivo che continui anche per la prossima estate. Confermo che tra il pubblico quindi cresce la voglia di partire prenotando anche in anticipo».

Giovina Petrignano, Direttore Marketing Nicolaus: «Per quello che mi riguarda e ci riguarda come operatore, la “grande bellezza” del turismo è la qualità del prodotto che ogni giorno proponiamo al mercato. Perché oramai è chiaro a tutti che uno dei fattori che i clienti chiedono al mercato è la sicurezza di usufruire di un prodotto di qualità a tutto tondo. A fare queste proposte centrate sulla qualità poi siamo arrivati attraverso un’ottima politica di scelta e di acquisto dai fornitori, seguendo l’idea di dare un’impronta di qualità a tutta la filiera. Con un occhio di riguardo alla villaggistica, che è il settore che abbiamo sposato in toto e nel quale i numeri ci dicono che siamo a +40% rispetto allo scorso anno. Anche per questo trend positivo continuiamo nella politica di investimenti orientati sempre verso la proposta di qualità: vediamo sempre di più che questa viene riconosciuta e paga. Nicolaus Village è infatti oggi un brand che da solo viene richiesto in agenzia. Infine l’augurio è che per noi e per tutti la grande bellezza si trasformi in grande fortuna».

Araci Coimbra, General Manager TAP Portugal Italia: «Ma sicuramente la prima “grande bellezza” del turismo è che ci permette di raggiungere i posti più belli di tutto il mondo e quindi di scoprirli. Posti unici come ad esempio è l’Amazzonia, nuova destinazione che noi di TAP Portugal stiamo lanciando per il 2014. In generale comunque penso che la bellezza riguardi proprio il fatto di usare il turismo per crescere e allargare i propri orizzonti di persona prima che di turista. Senza dimenticare che la prima cosa che ci dà il turismo è la possibilità di sognare. Ed è bello, sempre tornando a noi, che sia così anche per una meta come l’Amazzonia che è davvero, anche più di molte altre unica e irripetibile. È per questo che siamo anche contenti di essere i primi dall’Europa a raggiungerla. Bellezza è ancora far conoscere a tutti quel mix unico e inimitabile di popoli che è il Brasile, Paese unico al mondo per tanti motivi. Infine per noi è bellezza continuare a crescere globalmente come stiamo facendo e quindi poter dire alla gente che non c’è crisi e che finalmente si può tornare ad avere fiducia nel futuro».

Neyda Garcia, Direttrice Ente Turismo della Repubblica Dominicana in Italia: «A mio avviso la “grande bellezza” del turismo è il fatto di poter viaggiare e conoscere tanti Paesi nuovi e diversi dal proprio. Luoghi con natura e storia oltre che esperienze diverse, nei quali potere trovare persone aperte e disponibili che facciano di tutto per farci sentire come a casa. Un po’ come accade da noi in Repubblica Dominicana, Paese che ha fatto dell’ospitalità uno stile di vita».
(segue)

Articoli Correlati